Menu principale

















Calendario Appuntamenti

Luglio
LunMarMerGioVenSabDom
16171819202122
23242526272829

Login

Username:
Password:

Partners

erebus
mastergroup

Bianco Carburanti

Erebus Vicenza Social


Facebook
BlogSpot
Raduno Erebus in Ungheria Day 7: Relay a Tàzlàr
Scritto da Guarda Giacomo
il 15-07-2018 alle 23:31:48

Quest’oggi si è conclusa un’altra fantastica trasferta estiva, indimenticabile come ogni anno.

La mattina siamo andati a fare l’ultimo allenamento nei terreni ungheresi, un “segui John”  sulla cartina del DAY3, per consolidare ciò che avevamo appreso nei giorni precedenti, come l’elasticità, la lettura delle curve di livello e la generalizzazione.

Subito dopo siamo andati ad assistere alla Relay dei JWOC a Tàzlàr.

La cartina era abbastanza tecnica poiché intervallava tratti aperti con buona visibilità ma di lettura non immediata a causa delle forme del terreno poco pronunciate, a zone coperte da una fitta vegetazione che diminuiva sensibilmente visibilità e corribilità.

I percorsi erano tecnici e prevedevano molti forking, che rendevano facile sbagliare lanterna, come successo purtroppo alla prima staffettista femminile, Vera Chiusole.

Buon piazzamento invece per la staffetta maschile, che si posiziona a metà classifica.

Un Damiano Bettega molto provato

 

Noi purtroppo siamo dovuti partire prima dell’arrivo di Enrico Mannocci, ultimo staffettista, a causa del lungo viaggio che ci attendeva

Un particolare ringraziamento va alla società autostradale per l’italia, che ci ha permesso di restare insieme un’ora in più del previsto ;-)

 
Raduno Erebus in Ungheria Day 6
Scritto da Giovanni Nicolis
il 15-07-2018 alle 22:48:22

Il 4 giorno di gare chiudeva il ciclo della competizione Ungherese. Abbiamo corso, a Bocsa, sulla stessa carta del giorno precedente avendo preso le misure per migliorare le nostre prestazioni. Un risultato rilevante l'ha portato a casa il portacolori Erebus, in M18, Giacomo Guarda che si è aggiudicato la 3° posizione in classifica generale. Per tutti gli atleti Erebus l'ultima giornata di gare ha portato miglioramenti in classifica generale.

Ultima Cena ;-)

 
Raduno erebus in Ungheria Day 5
Scritto da Busato Francesca
il 13-07-2018 alle 23:41:46

Oggi la squadra Erebus ha affrontato per la prima volta la cartina di Bòcsa, un labirinto di ginepri intervallato da zone di bosco aperto.

I tracciati alternavano tratte lunghe caratterizzate da una buona corribilità a tratte più brevi e tecniche.

Era quindi necessario capire quando era possibile aumentare il ritmo e quando invece essere più prudenti.

Il pomeriggio invece siamo andati a visitare Budapest dove il nostro atleta Guarda Giacomo, oltre ad essere arrivato secondo alla gara odierna, ci ha guidati alla scoperta delle principali attrazioni della città.

Il tour della città ci ha condotto prima attraverso la parte pianeggiante del centro (Pest) dove abbiamo potuto ammirare il Parlamento, le "scarpe sulla riva del Danubio" e il ponte delle catene; in seguito siamo saliti nella parte alta della città (Buda), dove abbiamo visto il Castello di Buda e il Bastione dei pescatori; infine siamo ridiscesi a Pest dove abbiamo cenato in un Fast Food Gourmet tipico del posto.

Un ringraziamento speciale alla mia compagna di stanza Annarita per avermi permesso di esercitarmi nella scrittura degli articoli grazie alla sua chiusura involontaria del browserlaugh

 
Raduno erebus in Ungheria Day 4
Scritto da Scalzotto Pietro
il 11-07-2018 alle 22:04:52

Oggi la giornata è iniziata con la seconda gara Long della settimana, più lunga della precedente, ma dopo aver capito il terreno con la gara di ieri, la competizione è riuscita più semplice. Con l'analisi della gara fatta in serata non sono emerse infatti grandi difficoltà, a livello tecnico si parla, ma forte stanchezza fisica che di conseguenza va a minare la nostra fiducia di atleti, per la rage di domani. Migliorate alcune delle posizioni, come quella di Giacomo Guarda, che si posiziona secondo in M18.

Riguardo i percorsi, simili nella competitività della gara di ieri ma come già detto più lunghi e quindi più impegnativi a livello di concentrazione. Macro e micro tratte davano al tracciato più fluidità, e la specificità di questo terreno, che è emersa  nell'analisi, è stata la capacità di generalizzare e andare a bussola, in alcune tratte, e in altre invece leggere nel dettaglio la mappa.

Nel pomeriggio abbiamo deciso di recarci nelle piscine ad acque termali del posto per un pò di svago e defaticare le gambe dalle due Long concluse.  

 
Raduno erebus in Ungheria Day 3: Sprint Final a Kecskemét
Scritto da Guarda Giacomo
il 10-07-2018 alle 22:44:55

Quest'oggi la squadra Erebus ha partecipato alla prima gara del JWOC Tour, cercando di tenere alto il nome della squadra in quel d'Ungheria.

Nonostante gli sforzi le prestazioni non sono state eccellenti, causa la difficoltà dei terreni, diversi da quelli normalmente incontrati in Italia, che richiedevano di rimanere in costante contatto con la carta per evitare di fare grossi errori, in quanto rilocalizzarsi era abbastanza difficile per la scarsità di grandi punti di riferimento.

I percorsi poi alternavano anche oggi tratte molto lunghe dove si poteva solitamente correre forte fino a una linea d'arresto a tratte medio-corte dove contava di più leggere con attenzione le forme del terreno e la vegetazione per entrare sicuri in zona punto.

Il pomeriggio siamo andati ad assistere alla Sprint nel centro storico di Kecskemét, dove abbiamo potuto veder correre e tifare la nazionale italiana, che ha come sempre dato il massimo.

La cartina era un incastro di stradoni, vicoletti e parchi che costringevano a cambiare il ritmo e la frequenza di lettura della carta in maniera decisa.

I percorsi ponevano spesso gli atleti di fronte a scelte di percorso molto difficili, poiché all'apparenza equivalenti ma non uguali, rendendo quindi necessario abbinare la velocità d'esecuzione ad una valutazione attenta della tratta poiché in una gara di questo calibro anche un singolo secondo può fare la differenza tra il podio o meno.

Oggi si riconferma migliore italiano Damiano Bettega (43°), a poco più di 1'30'' dal primo, mentre Vera Chiusole (60a) distacca serena Raus di quasi un minuto diventando per oggi la migliore atleta italiana.

Domani i nostri campioni si godranno una giornata di meritato riposo prima di affrontare con rinnovata energia le qualificazioni per la Finale Middle a Bòcsa !

 

Stiamo organizzando...

tour-banner
logo Hop

Newsletter

Agenda

flag21-073^ pr. Coppa Italia
flag22-07Campionato Italiano
flag28-07Tour Vicentino
flag29-07Trofeo Lombardia Mid
flag29-0732^nnale dell'ORI-gi

Ultima dall'archivio mappe


JWOC Tour 2018 day 4
mappaCaricata da Scalzotto Annarita il 2018-07-13 21:12:01
... seguono altre 160 mappe.

Statistiche sito


Visite di oggi: 9
Visite medie al giorno: 70
Visite Totali: 144267