Menu principale

















Calendario Appuntamenti

Dicembre
LunMarMerGioVenSabDom
9101112131415
16171819202122

Login

Username:
Password:

Partners

erebus
mastergroup

Bianco Carburanti

Erebus Vicenza Social


Facebook
BlogSpot

1) CORSO DI PRIMO LIVELLO - Scuole Elementari



Si propongono almeno sei incontri di un’ora e mezza anche se, sia il numero che la modalità, possono essere concordati con gli insegnanti.
Si fa notare che gran parte delle lezioni vengono fatte attraverso giochi e la valutazione sia del lavoro che degli alunni può essere fatta osservando la capacità di portare a termine le prove che gli alunni devono superare come gioco.

1. FINALITÀ
Rendere gli alunni sicuri nell’ambiente in cui vivono.

2. OBIETTIVI GENERALI
Appropriarsi dello spazio rendendoli consci dell’ambiente circostante, abituandoli all’osservazione; e alla misurazione degli spazi e degli oggetti.

3. OBIETTIVI SPECIFICI
Osservare, rappresentare graficamente, riconoscere e orientare, usare i mezzi tecnici.

4. CONTENUTI DEL CORSO
§ Dalla pianta della mano alla pianta della classe
Problematiche che vengono affrontate: corrispondenza biunivoca, riduzione in scala, primo orientamento della pianta.
§ Giochi con la pianta della classe
L’alunno prende coscienza e confidenza con la rappresentazione planimetrica.
§ Visione prospettica e planimetrica (dall’alto)
Attraverso schede l’alunno prende coscienza di come è realizzata una cartina e del diverso punto di vista.
§ Giochi con la pianta del corridoio o perimetro della scuola
§ Giochi nel cortile della scuola
Si porta a contatto l’alunno con un ambiente sempre più ampio costringendolo a fare un lavoro di fantasia (non vedo tutto il territorio rappresentato in cartina) e quindi di astrazione

Inoltre a seconda della risposta della classe e se c’è la possibilità:
§ conoscenza della scala attraverso schede
§ conoscenza dei simboli convenzionali e orientistici attraverso schede
§ Giochi in uno spazio più ampio (parco)
Giochi di orientamento in uno spazio ampio per applicare i concetti

§ Gara finale

Le lezioni sopra descritte potranno subire variazioni in relazione alle risposte della classe
e agli accordi con gli insegnanti.

5. GRIGLIA DI OSSERVAZIONE
Capacità di:
- riconoscere la realtà attraverso i simboli;
- orientare la cartina;
- muoversi in una realtà orientata;
- riconoscere i simboli di rappresentazione della realtà;
- prendere decisioni velocemente.

6. SPESA PREVISTA
€ 30.00 /ora, comprensivo di IVA.
Il materiale tecnico necessario alle lezioni (lanterne, punzoni, cartine, ecc) viene procurato dall’istruttore, mentre fotocopie e materiale di consumo sono a carico della scuola.
Eventuali mappe didattiche di zone esterne alla scuola verranno conteggiate a parte.


2) CORSO DI SECONDO LIVELLO - Scuole elementari e medie



Successivo al corso di primo livello, il corso di secondo livello viene imperniato sull’uso della bussola. Se il territorio lo permette, può essere affronta anche l’insegnamento e la lettura delle curve di livello. Anche il corso di secondo livello viene fatto soprattutto attraverso esercizi-gioco dopo una prima spiegazione teorica.

PERCHE’ ORIENTEERING



In campo scolastico si riconosce all’orienteering un alto valore culturale. Infatti il bambino prende coscienza del fatto che la realtà può essere rappresentata, provando l’esperienza della corrispondenza biunivoca tra la realtà e la sua rappresentazione. Questo avviene attraverso l’uso di simboli convenzionali, alla cui elaborazione, in fase didattica, egli stesso può partecipare. Vi è, in un secondo momento, la necessità di conoscere la scala di rappresentazione e l’uso della bussola.
Bisogna poi saper usare la cartina, quindi passare mentalmente dalla rappresentazione alla realtà; cioè riconoscere la realtà attraverso la sua rappresentazione. Questo porta il bambino a dominare il mondo che lo circonda, facendogli acquisire maggiore sicurezza.
Si riconosce inoltre un alto valore educativo. Infatti nell’attività di orienteering il partecipante deve prendere decisioni in autonomia, avendo fiducia in se stesso e nelle proprie conoscenze. La necessità di doversi orientare abitua il bambino all’osservazione dei particolari che lo circondano, trovandone la corrispondente rappresentazione.
Le gare si svolgono in ambienti particolarmente ameni, essendo l’orienteering chiamato “lo sport dei boschi”. Il bambino viene stimolato ad un approccio positivo alla natura, con cui ha un rapporto diretto privilegiato.


Stiamo organizzando...

garda2019-banner
tour-banner
logo Hop

Newsletter

Agenda

flag14-12FVG O-Tour (Som Cup

Ultima dall'archivio mappe


Gara Sociale Erebus 2019
mappaCaricata da Guasina Cosimo il 2019-12-07 17:21:57
... seguono altre 170 mappe.

Statistiche sito


Visite di oggi: 34
Visite medie al giorno: 67
Visite Totali: 171304